Meditazione Vipassana come insegnata da S. N. Goenka
nella tradizione di Sayagyi U Ba Khin
Home > Articoli

Corso in carcere in Colombia

La “Reclusión de Mujeres” è una prigione femminile a Pereira, una delle città più violente della Colombia. Il carcere contiene 252 donne e anche i loro figli sotto i 3 anni. Per tutto il giorno c’è un continuo rumore di porte che sbattono, urla, canti, radio e pianti; il silenzio scende solo durante le ore notturne tra le 8 di sera e le 4 del mattino. Per fare movimento fisico le detenute hanno solo due cortili coperti con pochissima vista del cielo.

Questo potrebbe sembrare un ambiente poco adatto alla meditazione. Ma per un assistente sociale nella prigione, Vipassana era esattamente ciò che serviva alla Reclusión de Mujeres. Sorprendentemente, il direttore della prigione fu d’accordo. Dopo che un membro dello staff ebbe partecipato ad un corso di meditazione a Medellin, il lavoro organizzativo cominciò.

Il luogo del corso era un’area separabile all’interno della struttura, contenente una sala di meditazione con alloggi adiacenti e bagni. Furono presi accordi per fornire una dieta vegetariana. Le cose necessarie c’erano. La data di inizio fu fissata per marzo 2011.

Ciò nonostante, quando l’insegnante assistente e i quattro servitori furono fatti entrare sul posto il giorno 0, trovarono che c’era ancora tantissimo lavoro da fare. Cominciarono a pulire e ad organizzare il luogo, finendo alle 11 di sera. Aiutarono anche le molte detenute analfabete a completare i moduli di iscrizione. Quando tutto fu pronto era ormai troppo tardi per meditare. Quindi il corso cominciò la mattina del giorno 1 con le prime istruzioni per Anapana.

Come accade ovunque nei corsi nelle carceri, c’erano parecchie difficoltà. Praticamente tutte le studentesse si conoscevano o erano amiche; trovavano difficile non interagire. Uno dei servitori era un dottore e poteva aiutare in caso di piccoli problemi di salute, ma alcune meditatrici dovevano uscire dal luogo del corso per appuntamenti medici presi in precedenza. L’insegnante e i servitori risiedevano in un edificio separato sul retro della prigione; ogni volta che andavano dalle loro camere alla sala di meditazione dovevano passare un controllo di sicurezza ed essere perquisiti.

Chiaramente l’analfabetismo non è stato un problema durante il corso. Comunque, il giorno 11, si era pensato di mostrare il film Changing from Inside [Cambiando da dentro], che parla di un corso per donne carcerate negli Stati Uniti. I dialoghi erano tutti in inglese con sottotitoli in spagnolo. Come avrebbero fatto a capire? Si è trovata una semplice soluzione: un vecchio studente ha letto i sottotitoli ad alta voce. Alcune meditatrici piangevano mentre vedevano il film. Più tardi molte donne hanno discusso sul corso e sul potente impatto che ha avuto su di loro.

Trentacinque donne hanno completato il corso. Ogni settimana un gruppo di vecchi studenti dalla città di Pereira entra nella prigione per meditare con loro.


Vecchi studenti dopo il primo corso nella prigione di Pereira, Colombia
Immagine ingrandita (1600 x 1200 - 233 KB)